Area Riservata

L’ Unione Generale del Lavoro – Federazione agroalimentare è una tra le quattro grandi organizzazioni sindacali italiane che pone al centro il lavoratore. E’ un’associazione unitaria di carattere confederale che perseguendo scopi di natura generale, riconosce la peculiarità di ciascuna categoria e territorio e associa lavoratori e pensionati, senza distinzioni di sesso e di razza, tutelandone i diritti nel mondo del lavoro. E’ firmataria dal 2001 per adesione dell’unico Contratto Collettivo Nazionale* del personale imbarcato sulle navi della pesca marittima.

Opera nel convincimento che l’evoluzione del modello economico necessiti di un sostanziale e mirato intervento delle parti sociali per il raggiungimento di ogni conquista del lavoro e per la trasformazione produttiva e dei servizi, attraverso strumenti concentrativi, per quali è necessario favorire il coordinamento e incisiva presenza delle organizzazioni sindacali sovranazionali nei processi decisionali di carattere economico e sociale. Ha partecipato all’azione congiunta che ha portato alla recente sottoscrizione dell’accordo che rifinanzia con 30 milioni di euro la cassa integrazione straordinaria in deroga per il settore pesca per l’anno 2013, il cui risultato importante, per attenuare le difficoltà vissute dai lavoratori e dalle aziende del comparto, è necessario anche per garantire continuità di reddito nei periodi di fermo pesca. E per il quale opera assieme agli altri attori del comparto ittico affinché tale strumento di sostegno al reddito possa divenire ordinario e non in deroga, al pari dei dispositivi previsti per altre categorie di lavoratori.

Nella pesca marittima, oltre ad organizzare i lavoratori delle maggiori marinerie italiane attua le proprie finalità sindacali, con particolare riferimento:

– alla corresponsabilità dei lavoratori nelle scelte dell’impresa;

– alle pari opportunità;

– all’applicazione dei diritti economici e sociali dei lavoratori extracomunitari;

– alla concreta e operativa unità del mondo del lavoro;

– alla promozione e costituzione di associazioni di autotutela e solidarietà e ne supporta l’azione contro ogni forma di esclusione sociale.

L’articolazione regionale delle strutture permette all’UGL – Federazione agroalimentare di osservare il mercato del lavoro nel suo andamento, le difficoltà strutturali ed economiche che purtroppo coinvolgono anche la pesca marittima, dove in alcune marinerie l’esodo e l’abbandono dei pescatori sono inarrestabili (es. in Sicilia), e di rappresentare con cognizione e nelle sedi opportune i bisogni legati alle specifiche categorie lavorative.